ATMOSFERE D146AFRICA E ZANZIBAR, SPECIALE CAPODANNO

ProfiloItinerarioEspertiApprofondimentiLinea di viaggioLand Expeditions Viaggi con EspertoDestinazioneTanzaniaDurata11 GiorniPrezzo a partire da 3.280PartecipantiMinimo 6 massimo 12 partecipantiPartenze2019Dal 27 dicembre al 6 gennaioIl ruggito di un leone appostato su un massiccio roccioso e i granelli finissimi di sabbia bianca che scivolano tra le onde dellOceano Indiano. I villaggi Masai, con le capanne fatte di fango e sterco di vacca, e lodore delle spezie nei mercati di Zanzibar. Un viaggio in Tanzania, per cogliere tutte le sfumature di un Paese celebre per la sua biodiversit. A visitare i parchi del nord il Ngorongoro, il Serengeti e il Tarangire e incontrare rinoceronti e - continua -GIORNO 1Arrivo ad ArushaKilimanjaro, pernottamento ad ArushaAllarrivo, incontro con il Tour Leader e gli autisti in aeroporto e trasferimento ad Arusha. Il paesaggio molto bello e se il cielo limpido la vista sul Monte Kilimanjaro veramente spettacolare. Tempo a disposizione per relax o visita della citt che, sebbene non abbia molto da offrire perch nata come punto di partenza per i safari o i trekking, gode proprio per questo di unatmosfera sorniona e frizzante allo stesso tempo, dove la gente che va e che viene si intreccia con le vite dei locali. Nel 1961, Arusha fu il luogo prescelto per la firma dellaccordo che sanciva lindipendenza della Tanzania dal Regno Unito e passeggiando per le strade si pu vedere il Tribunale penale internazionale per il Ruanda, istituito dalle nazioni Unite nel 1994. Sicuramente anche il mercato locale, tempo permettendo, merita una visita. Cena e pernottamento in hotel.GIORNO 2Partenza verso il Parco del Tarangire. Visita di un masai Boma e primo game drive pomeridianoPrima colazione in hotel e partenza verso ovest alla volta del Parco Nazionale del Tarangire. Lungo la strada ci fermeremo ci fermeremo a visitare un villaggio masai. Considerati spesso nomadi o semi-nomadi, i Masai sono in realt tradizionalmente allevatori transumanti, e oggi spesso addirittura stanziali. Le case sono fatte con sterco mescolato a fango e posto su di una struttura di rami flessibili. Dopo aver incontrato il capo villaggio, che ci illustrer i costumi e le tradizioni del suo popolo, pranzo a pic nic o in ristorante locale. Nel pomeriggio primo game drive al Parco del Tarangire, che si estende su una superficie di 2600 chilometri quadrati, 100 km circa da nord a sud e circa 25 da est ad ovest, ma si inserisce allinterno di un ecosistema ben pi vasto che comprende il Lago Manyara, il Lago Natron ed il West Kilimanjaro. Dopo il safari sistemazione in campo tendato fisso, cena e pernottamento.GIORNO 3Intera giornata dedicata al fotosafari nel TarangirePrima colazione e intera giornata dedicata ai fotosafari allinterno del Parco Nazionale del Tarangire. Il Parco si distingue oltre che per labbondante fauna selvaggia africana anche per la sua variet di paesaggi dal terreno collinare, alle dorsali pietrose, agli stagni, passando per le aree ricche di acacie. Il filo conduttore sicuramente il fiume Tarangire, che attraversa il Parco da sud a Nord-ovest fino a sfociare nel lago Burunge. Sulle sue sponde si recano una grandissima quantit di animali per abbeverarsi, e il Parco forse il posto migliore tra i parchi del Nord per osservare gli elefanti, particolarmente numerosi in questarea. Caratteristica di questo Parco anche la grande quantit di baobab, la gigantesca pianta tipica proprio delle savane africane. Pranzo con lunch box durante lescursione. Cena e pernottamento al campo tendato.GIORNO 4Visita di Mto Wa Mbu e nel pomeriggio discesa allinterno della caldera di NgorongoroPrima colazione e partenza verso la Ngorongoro Conservation Area. Lungo la strada sosta al paese di Mto Wa Mbu, dove a piedi ed accompagnati dalla guida locale, possibile visitare il mercato e le botteghe di artisti che fioriscono ai margini della strada principaleunimmersione nella Tanzania di tuti i giorni, semplice e verace. Mto Wa Mbu probabilmente lunico villaggio ove convivono tante trib diverse, ognuna conservando il proprio stile di vita. Anche se non facile distinguerli a prima vista, forse importante sottolineare che in Tanzania vivono i rappresentanti dei quattro pi importanti gruppi linguistici africani i Bant, i boscimani Khoi-San quali i nomadi cacciatori-raccoglitori Hazdapi, i Nilotico-Sudanesi quali gli allevatori Maasai e Datoga, e gli Iraqw di origine cuscita.Proseguimento e, poco prima di arrivare al cancello di Noduare, che delimita lingresso del Parco, la strada si inerpica lungo lungo la scarpata della Rift Valley, dove si pu godere di una bellissima vista sul lago Manyara. Ma limpatto pi straordinario si ha una volta giunti al Crater View Point, a 2.216 metri di altitudine, da dove si pu ammirare uno dei panorami pi emozionanti al Mondo. Il cratere dellantico vulcano, risalente a 2,5 milioni di anni fa, ha dato vita ad un ecosistema unico al mondo dove sono rappresentate quasi tutte le specie animali, una vera e propria Arca di No. Pranzo a pic nic allinterno della caldera 17 km di diametro e 700 m di profondit e pomeriggio dedicato al safari. Mentre sul bordo del vulcano inattivo il clima freddo e spesso nebbioso, allinterno del cratere si fa stranamente caldo secco e la vegetazione cambia rapidamente. Il centro del cratere occupato dal lago Magadi, che con le sue acque basse il luogo ideale per scorgere stormi di fenicotteri e gru coronate, oltre naturalmente ai grandi erbivori che lo raggiungono per abbeverarsi dagli gnu alle zebre, dai leoni alle iene. Ngorongoro anche uno dei pochi posti dove possibile avvistare ancora il rinoceronte nero, sebbene sia in via di estinzione ed sicuramente lesemplare pi difficile da incontrare. Cena e pernottamento in lodge con vista sul cratere.GIORNO 5Olduvai Gorge, la culla dellumanit, e proseguimento verso le praterie del SerengetiPrima colazione e proseguimento verso larea del Serengeti con sosta a Olduvai Gorge, limmensa gola che deve la sua notoriet ai ritrovamenti fossili di Mary e Louis Leakey, i famosi antropologi che qui scoprirono resti di ominidi nel 1959 ad Olduvai il teschio di Australopitechus Boisei risalente a circa 1.8 milioni di anni fa e nel 1972 a Laetoli le impronte fossilizzate di 3 esseri bipedi risalenti a circa 3.7 milioni di anni fa. Le loro scoperte segnarono una svolta nelle ricerche e nelle teorie sull evoluzionismo umano. Dopo la visita del piccolo museo e la vista della gola dallalto, si continua fino al Parco del Serengeti, un ecosistema spettacolare vasto 14.763 kmq dove solo la natura sovrana. Si tratta del parco pi famoso della Tanzania, il luogo dove si possono vedere milioni di ungulati, compresi i pi di 2 milioni di gnu sempre in movimento alla ricerca derba. Lultimo censimento di animali indicava appunto 2 milioni di gnu, 1 milione di gazzelle di Grant e Thomson, 300.000 zebre, 90.000 impala, 82.000 bufali, 20.000 eland, 12.000 giraffe, 7.000 elefanti, 6.000 iene, 3.000 leoni, 500 ghepardi e 100 rinoceronti naturalmente non significa che li si incontra tutti Giornate dedicate completamente ai fotosafari nellimmenso parco reso famoso in particolare dalle sue grandi distese infinite e dalla Grande Migrazione. Questo santuario della fauna selvatica presenta aree di vegetazione con caratteristiche eterogenee che attirano animali diversi dalla savana erbosa che sembra estendersi allinfinito, assolutamente priva di alberi, regno di zebre, gnu, gazzelle, veloci ghepardi e maestosi leoni alla savana arbustiva, dominata dalle tipiche acacie ad ombrello dove vivono prevalentemente leopardi, giraffe, dik dik ed uninfinit di uccelli alle numerose pozze dacqua dove possibile incontrare coccodrilli che si crogiolano al sole e pigri ippopotami.Pranzo a picnic, cena e pernottamento in campo tendato semi-permanente stagionale.GIORNO 6Intera giornata dedicata al fotosafari nel Parco Nazionale del SerengetiPrima colazione al campo tendato e partenza per unintera giornata di safari. Il Serengeti, il cui nome deriva dalla parola Masai siringet, che significa grandi pianure, stato dichiarato Riserva Internazionale della Biosfera, oltre che Patrimonio Mondiale dellUmanit dallUNESCO. Il Parco diviso in tre zone Seronera corrisponde alla zona centrale e vi risiedono molti animali stanziali mentre Lobo nel Serengeti settentrionale, una zona molto selvaggia e caratterizzata da boscaglie e foreste. In questa parte del parco vi sono i corridoi di passaggio degli gnu durante la migrazione verso il confinante Masai Mara. La zona del lago Ndutu invece a sud e bench sia compresa nella Ngorongoro Conservation Area, la regione fa parte del grande ecosistema del Serengeti, del quale costituisce la propaggine meridionale. Le savane e i boschi di migunga di questarea sono abitate da una fauna che raggiunge il suo apice nel periodo tra gennaio e aprile. Nella stagione arida, il lago si prosciuga lasciando emergere il carbonato di soda dal colore bianco abbagliante.Dalle preterie sconfinate del Parco emergono talvolta delle bizzarre formazioni rocciose, chiamate Kopjes. Si tratta di blocchi di granito di origine vulcanica, che gli agenti atmosferici hanno modellato nel tempo. Sono rifugio ideale per molti animali, dai piccoli roditori che vi trovano rifugio fino a predatori come i ghepardi, che li usano come punto di avvistamento privilegiato. Tornando al campo nel tardo pomeriggio assumono una veste inconfondibile, accendendosi di rosso con la luce del tramonto, e creando un contrasto con il giallo della savana secca e lazzurro del cielo, che rester tra le immagini pi intense del Parco. Pranzo a picnic o al campo, cena e pernottamento.GIORNO 7Volo panoramico per Arusha e continuazione per ZanzibarPrima colazione e trasferimento al piccolo aeroporto per il volo panoramico di rientro ad Arusha. Allarrivo, coincidenza per Zanzibar. Il tour leader rester in loco. Arrivo allaeroporto di Stone Town, capoluogo dellisola di Unguja, la principale isola dellarcipelago e incontro con il nostro referente locale. Trasferimento privato in Lodge, cena e pernottamento.GIORNO 8-10Soggiorno Mare a ZanzibarGiornate a disposizione dedicate al mare, al relax e alle visite individuali dellisola.Zanzibar un arcipelago costituito da due isole maggiori, Pemba e Unguja, e numerose isole pi piccole solamente nel 1964 si un allallora stato del Tanganica, fondando lodierna Tanzania. Zanzibar sempre stato un crocevia di popoli e culture, il suo nome stesso racchiude due parti fondamentali della sua identit deriva infatti dal persiano zanj, termine con cui i Persiani indicavano i neri e allo stesso tempo si dice che possa derivare dallarabo zanjabil, che significa zenzero, una delle principali spezie commerciate in queste isole. Zanzibar ha subito nel corso dei secoli influssi persiani, arabi e bantu e i frenetici traffici commerciali hanno legato queste isole persino allIndia e alla Cina. Nel 1698, dopo decessi di presenza portoghese, Zanzibar entr a far parte del Sultanato dellOman, che era andato diffondendosi lungo tutte le coste dellafrica orientale soltanto nel 1890 divent un protettorato britannico, status che mantenne fino allindipendenza e al congiungimento con il Tanganica. Il capoluogo di Unguja, Stone Town, stata dichiarata patrimonio mondiale dallUNESCO grazie alle sue testimonianze storiche ed architettoniche legate alla cultura Swahili.GIORNO 11Trasferimento allaeroporto di ZanzibarTrasferimento in aeroporto a Zanzibar. Pasti liberi, fine dei servizi.MASHA ELISSADal 27 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020PERCH CON Mama ToursAd accompagnare il gruppo c un Tour Leader Kel 12 in locoCi si sposta con mezzi 4X4 e ogni partecipante ha garantito il posto finestrinoPer il pernottamento il tour offre un giusto mix di lodge e campi tendatiAPPROFONDIMENTI DI VIAGGIOLIMPEGNO PER UN TURISMO SOSTENIBILEPromuoviamo lo sviluppo di una coscienza sostenibile da sempre.Da molto prima che la parola sostenibilit diventasse tendenza. Favorire un turismo che non consuma, sfiora e valorizza ci che incontra. Visitare i luoghi cercando di lasciare tracce minime del proprio passaggio sono tra i primi punti della nostra Carta Etica del Viaggio e del Viaggiatore, documento redatto nel 2006 e consegnato a tutti i viaggiatori prima della partenza, in cui si - CONTINUA -Pionieri nello scoprire e disegnare itinerari, con uno stile accattivante e un approccio su misura. Luoghi da raccontare, storie da condividere, viaggi da suggerire. Energie per esplorare angoli di mondo in prima persona. E ci che vediamo coi nostri occhi, lo suggeriamo ai nostri amici viaggiatori. Tracciare i percorsi il risveglio dell'emozione, stuzzica i sensi, incuriosisce la mente. Di ogni paese studiamo la storia, la cultura, i popoli e le tradizioni da cui il viaggio prende forma.

 
ATMOSFERE D’AFRICA E ZANZIBAR, SPECIALE CAPODANNO
ATMOSFERE D’AFRICA E ZANZIBAR, SPECIALE CAPODANNO
2048-1152
ATMOSFERE D’AFRICA E ZANZIBAR, SPECIALE CAPODANNO
1200-700
ATMOSFERE D’AFRICA E ZANZIBAR, SPECIALE CAPODANNO
1600-1200
ATMOSFERE D’AFRICA E ZANZIBAR, SPECIALE CAPODANNO
2048-1365
ATMOSFERE D’AFRICA E ZANZIBAR, SPECIALE CAPODANNO
2048-1365
ATMOSFERE D’AFRICA E ZANZIBAR, SPECIALE CAPODANNO
1280-512
ATMOSFERE D’AFRICA E ZANZIBAR, SPECIALE CAPODANNO
1100-618
ATMOSFERE D’AFRICA E ZANZIBAR, SPECIALE CAPODANNO
960-384
ATMOSFERE D’AFRICA E ZANZIBAR, SPECIALE CAPODANNO
630-420
ATMOSFERE D’AFRICA E ZANZIBAR, SPECIALE CAPODANNO
1600-1063
ATMOSFERE D’AFRICA E ZANZIBAR, SPECIALE CAPODANNO
800-532
ATMOSFERE D’AFRICA E ZANZIBAR, SPECIALE CAPODANNO
2048-952
ATMOSFERE D’AFRICA E ZANZIBAR, SPECIALE CAPODANNO
2048-1367
ATMOSFERE D’AFRICA E ZANZIBAR, SPECIALE CAPODANNO
610-431
ATMOSFERE D’AFRICA E ZANZIBAR, SPECIALE CAPODANNO
1800-1000
ATMOSFERE D’AFRICA E ZANZIBAR, SPECIALE CAPODANNO
640-480
>
<
<
>
ATMOSFERE D’AFRICA E ZANZIBAR, SPECIALE CAPODANNO

Linea di viaggio:

Land Expeditions / Viaggi con Esperto

Destinazione:

Tanzania

Durata:

11 Giorni

Prezzo a partire da:

€ 3.280

Partecipanti:

Minimo 6 massimo 12 partecipanti

Partenze:

2019

Dal 27 dicembre al 6 gennaio

 

Il ruggito di un leone appostato su un massiccio roccioso e i granelli finissimi di sabbia bianca che scivolano tra le onde dell’Oceano Indiano. I villaggi Masai, con le capanne fatte di fango e sterco di vacca, e l’odore delle spezie nei mercati di Zanzibar. Un viaggio in Tanzania, per cogliere tutte le sfumature di un Paese celebre per la sua biodiversità. A visitare i parchi del nord – il Ngorongoro, il Serengeti e il Tarangire – e incontrare rinoceronti e - continua -

GIORNO 1

Arrivo ad Arusha/Kilimanjaro, pernottamento ad Arusha

All’arrivo, incontro con il Tour Leader e gli autisti in aeroporto e trasferimento ad Arusha. Il paesaggio è molto bello e se il cielo è limpido la vista sul Monte Kilimanjaro è veramente spettacolare. Tempo a disposizione per relax o visita della città che, sebbene non abbia molto da offrire perché nata come punto di partenza per i safari o i trekking, gode proprio per questo di un’atmosfera sorniona e frizzante allo stesso tempo, dove la gente che va e che viene si intreccia con le vite dei locali. Nel 1961, Arusha fu il luogo prescelto per la firma dell'accordo che sanciva l'indipendenza della Tanzania dal Regno Unito e passeggiando per le strade si può vedere il Tribunale penale internazionale per il Ruanda, istituito dalle nazioni Unite nel 1994. Sicuramente anche il mercato locale, tempo permettendo, merita una visita. Cena e pernottamento in hotel.

GIORNO 2

Partenza verso il Parco del Tarangire. Visita di un masai Boma e primo game drive pomeridiano

Prima colazione in hotel e partenza verso ovest alla volta del Parco Nazionale del Tarangire. Lungo la strada ci fermeremo ci fermeremo a visitare un villaggio masai. Considerati spesso nomadi o semi-nomadi, i Masai sono in realtà tradizionalmente allevatori transumanti, e oggi spesso addirittura stanziali. Le case sono fatte con sterco mescolato a fango e posto su di una struttura di rami flessibili. Dopo aver incontrato il capo villaggio, che ci illustrerà i costumi e le tradizioni del suo popolo, pranzo a pic nic o in ristorante locale. Nel pomeriggio primo game drive al Parco del Tarangire, che si estende su una superficie di 2600 chilometri quadrati, 100 km circa da nord a sud e circa 25 da est ad ovest, ma si inserisce all'interno di un ecosistema ben più vasto che comprende il Lago Manyara, il Lago Natron ed il West Kilimanjaro. Dopo il safari sistemazione in campo tendato fisso, cena e pernottamento.

GIORNO 3

Intera giornata dedicata al fotosafari nel Tarangire

Prima colazione e intera giornata dedicata ai fotosafari all’interno del Parco Nazionale del Tarangire. Il Parco si distingue oltre che per l'abbondante fauna selvaggia africana anche per la sua varietà di paesaggi: dal terreno collinare, alle dorsali pietrose, agli stagni, passando per le aree ricche di acacie. Il filo conduttore è sicuramente il fiume Tarangire, che attraversa il Parco da sud a Nord-ovest fino a sfociare nel lago Burunge. Sulle sue sponde si recano una grandissima quantità di animali per abbeverarsi, e il Parco è forse il posto migliore tra i parchi del Nord per osservare gli elefanti, particolarmente numerosi in quest’area. Caratteristica di questo Parco è anche la grande quantità di baobab, la gigantesca pianta tipica proprio delle savane africane. Pranzo con lunch box durante l’escursione. Cena e pernottamento al campo tendato.

GIORNO 4

Visita di Mto Wa Mbu e nel pomeriggio discesa all'interno della caldera di Ngorongoro

Prima colazione e partenza verso la Ngorongoro Conservation Area. Lungo la strada sosta al paese di Mto Wa Mbu, dove a piedi ed accompagnati dalla guida locale, è possibile visitare il mercato e le botteghe di artisti che fioriscono ai margini della strada principale…un’immersione nella Tanzania di tuti i giorni, semplice e verace. Mto Wa Mbu probabilmente è l’unico villaggio ove convivono tante tribù diverse, ognuna conservando il proprio stile di vita. Anche se non è facile distinguerli a prima vista, forse è importante sottolineare che in Tanzania vivono i rappresentanti dei quattro più importanti gruppi linguistici africani: i Bantù, i “boscimani” Khoi-San quali i nomadi cacciatori-raccoglitori Hazdapi, i Nilotico-Sudanesi quali gli allevatori Maasai e Datoga, e gli Iraqw di origine cuscita.

 

Proseguimento e, poco prima di arrivare al cancello di Noduare, che delimita l’ingresso del Parco, la strada si inerpica lungo lungo la scarpata della Rift Valley, dove si può godere di una bellissima vista sul lago Manyara. Ma l’impatto più straordinario si ha una volta giunti al Crater View Point, a 2.216 metri di altitudine, da dove si può ammirare uno dei panorami più emozionanti al Mondo. Il cratere dell’antico vulcano, risalente a 2,5 milioni di anni fa, ha dato vita ad un ecosistema unico al mondo dove sono rappresentate quasi tutte le specie animali, una vera e propria Arca di Noè. Pranzo a pic nic all’interno della caldera (17 km di diametro e 700 m di profondità) e pomeriggio dedicato al safari. Mentre sul bordo del vulcano inattivo il clima è freddo e spesso nebbioso, all'interno del cratere si fa stranamente caldo secco e la vegetazione cambia rapidamente. Il centro del cratere è occupato dal lago Magadi, che con le sue acque basse è il luogo ideale per scorgere stormi di fenicotteri e gru coronate, oltre naturalmente ai grandi erbivori che lo raggiungono per abbeverarsi: dagli gnu alle zebre, dai leoni alle iene. Ngorongoro è anche uno dei pochi posti dove è possibile avvistare ancora il rinoceronte nero, sebbene sia in via di estinzione ed è sicuramente l’esemplare più difficile da incontrare. Cena e pernottamento in lodge con vista sul cratere.

GIORNO 5

Olduvai Gorge, la culla dell'umanità, e proseguimento verso le praterie del Serengeti

Prima colazione e proseguimento verso l’area del Serengeti con sosta a Olduvai Gorge, l’immensa gola che deve la sua notorietà ai ritrovamenti fossili di Mary e Louis Leakey, i famosi antropologi che qui scoprirono resti di ominidi: nel 1959 ad Olduvai il teschio di Australopitechus Boisei risalente a circa 1.8 milioni di anni fa e nel 1972 a Laetoli le impronte fossilizzate di 3 esseri bipedi risalenti a circa 3.7 milioni di anni fa. Le loro scoperte segnarono una svolta nelle ricerche e nelle teorie sull’ evoluzionismo umano. Dopo la visita del piccolo museo e la vista della gola dall’alto, si continua fino al Parco del Serengeti, un ecosistema spettacolare vasto 14.763 kmq dove solo la natura è sovrana. Si tratta del parco più famoso della Tanzania, il luogo dove si possono vedere milioni di ungulati, compresi i più di 2 milioni di gnu sempre in movimento alla ricerca d’erba. L’ultimo censimento di animali indicava appunto: 2 milioni di gnu, 1 milione di gazzelle di Grant e Thomson, 300.000 zebre, 90.000 impala, 82.000 bufali, 20.000 eland, 12.000 giraffe, 7.000 elefanti, 6.000 iene, 3.000 leoni, 500 ghepardi e 100 rinoceronti … naturalmente non significa che li si incontra tutti! Giornate dedicate completamente ai fotosafari nell’immenso parco reso famoso in particolare dalle sue grandi distese infinite e dalla Grande Migrazione. Questo santuario della fauna selvatica presenta aree di vegetazione con caratteristiche eterogenee che attirano animali diversi: dalla savana erbosa che sembra estendersi all’infinito, assolutamente priva di alberi, regno di zebre, gnu, gazzelle, veloci ghepardi e maestosi leoni; alla savana arbustiva, dominata dalle tipiche acacie ad ombrello dove vivono prevalentemente leopardi, giraffe, dik dik ed un’infinità di uccelli; alle numerose pozze d’acqua dove è possibile incontrare coccodrilli che si crogiolano al sole e pigri ippopotami.

 

Pranzo a picnic, cena e pernottamento in campo tendato semi-permanente stagionale.

GIORNO 6

Intera giornata dedicata al fotosafari nel Parco Nazionale del Serengeti

Prima colazione al campo tendato e partenza per un’intera giornata di safari. Il Serengeti, il cui nome deriva dalla parola Masai siringet, che significa “grandi pianure”, è stato dichiarato Riserva Internazionale della Biosfera, oltre che Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO. Il Parco è diviso in tre zone: Seronera corrisponde alla zona centrale e vi risiedono molti animali stanziali mentre Lobo è nel Serengeti settentrionale, una zona molto selvaggia e caratterizzata da boscaglie e foreste. In questa parte del parco vi sono i corridoi di passaggio degli gnu durante la migrazione verso il confinante Masai Mara. La zona del lago Ndutu invece è a sud e benché sia compresa nella Ngorongoro Conservation Area, la regione fa parte del grande ecosistema del Serengeti, del quale costituisce la propaggine meridionale. Le savane e i boschi di migunga di quest’area sono abitate da una fauna che raggiunge il suo apice nel periodo tra gennaio e aprile. Nella stagione arida, il lago si prosciuga lasciando emergere il carbonato di soda dal colore bianco abbagliante.

 

Dalle preterie sconfinate del Parco emergono talvolta delle bizzarre formazioni rocciose, chiamate Kopjes. Si tratta di blocchi di granito di origine vulcanica, che gli agenti atmosferici hanno modellato nel tempo. Sono rifugio ideale per molti animali, dai piccoli roditori che vi trovano rifugio fino a predatori come i ghepardi, che li usano come punto di avvistamento privilegiato. Tornando al campo nel tardo pomeriggio assumono una veste inconfondibile, accendendosi di rosso con la luce del tramonto, e creando un contrasto con il giallo della savana secca e l’azzurro del cielo, che resterà tra le immagini più intense del Parco. Pranzo a picnic o al campo, cena e pernottamento.

GIORNO 7

Volo panoramico per Arusha e continuazione per Zanzibar

Prima colazione e trasferimento al piccolo aeroporto per il volo panoramico di rientro ad Arusha. All’arrivo, coincidenza per Zanzibar. Il tour leader resterà in loco. Arrivo all’aeroporto di Stone Town, capoluogo dell’isola di Unguja, la principale isola dell’arcipelago e incontro con il nostro referente locale. Trasferimento privato in Lodge, cena e pernottamento.

GIORNO 8-10

Soggiorno Mare a Zanzibar

Giornate a disposizione dedicate al mare, al relax e alle visite individuali dell’isola.

 

Zanzibar è un arcipelago costituito da due isole maggiori, Pemba e Unguja, e numerose isole più piccole; solamente nel 1964 si unì all’allora stato del Tanganica, fondando l’odierna Tanzania. Zanzibar è sempre stato un crocevia di popoli e culture, il suo nome stesso racchiude due parti fondamentali della sua identità: deriva infatti dal persiano zanj, termine con cui i Persiani indicavano i neri e allo stesso tempo si dice che possa derivare dall’arabo zanjabil, che significa zenzero, una delle principali spezie commerciate in queste isole. Zanzibar ha subito nel corso dei secoli influssi persiani, arabi e bantu e i frenetici traffici commerciali hanno legato queste isole persino all’India e alla Cina. Nel 1698, dopo decessi di presenza portoghese, Zanzibar entrò a far parte del Sultanato dell’Oman, che era andato diffondendosi lungo tutte le coste dell’africa orientale; soltanto nel 1890 diventò un protettorato britannico, status che mantenne fino all’indipendenza e al congiungimento con il Tanganica. Il capoluogo di Unguja, Stone Town, è stata dichiarata patrimonio mondiale dall’UNESCO grazie alle sue testimonianze storiche ed architettoniche legate alla cultura Swahili.

GIORNO 11

Trasferimento all'aeroporto di Zanzibar

Trasferimento in aeroporto a Zanzibar. Pasti liberi, fine dei servizi.

MASHA ELISSA

Dal 27 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020

PERCHÈ CON Mama Tours

Ad accompagnare il gruppo c’è un Tour Leader Kel 12 in loco

Ci si sposta con mezzi 4X4 e ogni partecipante ha garantito il posto finestrino

Per il pernottamento il tour offre un giusto mix di lodge e campi tendati

 

APPROFONDIMENTI DI VIAGGIO

L’IMPEGNO PER UN TURISMO SOSTENIBILEPromuoviamo lo sviluppo di una coscienza sostenibile da sempre.Da molto prima che la parola sostenibilità diventasse tendenza. Favorire un turismo che non consuma, sfiora e valorizza ciò che incontra. Visitare i luoghi cercando di lasciare tracce minime del proprio passaggio sono tra i primi punti della nostra “Carta Etica del Viaggio e del Viaggiatore”, documento redatto nel 2006 e consegnato a tutti i viaggiatori prima della partenza, in cui si - CONTINUA -


Email contatto: marcello@mamatours.com
Scarica gli allegati:
 
ATMOSFERE D146AFRICA E ZANZIBAR SPECIALE CAPODANNO viaggi on africa gruppo viaggi
ATMOSFERE D146AFRICA E ZANZIBAR SPECIALE CAPODANNO viaggi on africa gruppo viaggi
30 novembre 2019
ITINERARIO IN PILLOLE
 
ATMOSFERE D146AFRICA E ZANZIBAR SPECIALE CAPODANNO viaggi on africa gruppo viaggi
ATMOSFERE D146AFRICA E ZANZIBAR SPECIALE CAPODANNO viaggi on africa gruppo viaggi
30 novembre 2019
CONDIZIONE GENERALI
 
ATMOSFERE D146AFRICA E ZANZIBAR SPECIALE CAPODANNO viaggi on africa gruppo viaggi
ATMOSFERE D146AFRICA E ZANZIBAR SPECIALE CAPODANNO viaggi on africa gruppo viaggi
30 novembre 2019
ASSICURAZIONE
 
ATMOSFERE D146AFRICA E ZANZIBAR SPECIALE CAPODANNO viaggi on africa gruppo viaggi
ATMOSFERE D146AFRICA E ZANZIBAR SPECIALE CAPODANNO viaggi on africa gruppo viaggi
ATMOSFERE D146AFRICA E ZANZIBAR SPECIALE CAPODANNO viaggi on africa gruppo viaggi
ATMOSFERE D146AFRICA E ZANZIBAR SPECIALE CAPODANNO viaggi on africa gruppo viaggi

Leggi anche:
Finlandia
ALLA RICERCA DELLE AURORE: SCIENZA E MAGIA DELLE LUCI DEL NORD
Profilo Itinerario Esperti Approfondimenti Linea di viaggio: Land Expeditions / Viaggi con Esperto ...
>>
Italia
PALERMO, CAPODANNO NELLA CITTA’ DELLA CULTURA
Profilo Itinerario Esperti Approfondimenti Linea di viaggio: Land Expeditions / Viaggi con Esperto ...
>>
Giordania
MAGIE NABATEE A CAPODANNO
Profilo Itinerario Esperti Approfondimenti Linea di viaggio: Land Expeditions / Viaggi con Esperto ...
>>
Oman
CUORE D’ARABIA 2020
Profilo Itinerario Esperti Approfondimenti Linea di viaggio: Land Expeditions / Viaggi con Esperto ...
>>
Giordania
CAPODANNO A PETRA, SULLE TRACCE DEI NABATEI
Profilo Itinerario Esperti Approfondimenti Linea di viaggio: Land Expeditions / Viaggi con Esperto ...
>>
Costa dAvorio
GENTI, MASCHERE, FORESTE E INIZIATI DELLE SAVANE
Profilo Itinerario Esperti Approfondimenti Linea di viaggio: Land Expeditions / Viaggi con Esperto ...
>>
Egitto
EYARU, IL NILO CON CLASSE (NAVIGAZIONE DA LUXOR AD ASWAN)
Profilo Itinerario Esperti Approfondimenti Linea di viaggio: River Cruises - Vie d'Acqua Desti...
>>
Oman
LUXURY CRUISE E DUNE DEL WAHIBA A CAPODANNO
Profilo Itinerario Esperti Approfondimenti Linea di viaggio: Cruise Expeditions - Crociere Des...
>>
Argentina
CAPODANNO IN PATAGONIA LUNGO LA MITICA RUTA 40
Profilo Itinerario Esperti Approfondimenti Linea di viaggio: Land Expeditions / Viaggi con Esperto ...
>>
Richiedi Preventivo
 
Invia la tua richiesta
 
NEWSLETTER
iscrivimi
VUOI RICEVERE LE NOSTRE NEWS?
ATMOSFERE D146AFRICA E ZANZIBAR SPECIALE CAPODANNO viaggi on africa gruppo viaggi
CATEGORIE
NATIONAL GEOGRAPHIC EXPEDITIONS
TANZANIA
ARGENTINA
ARGENTINA E CILE
AUSTRALIA
BENIN, GHANA E TOGO
BIRMANIA
CAMBOGIA E LAOS
CAMBOGIA E VIETNAM
COSTA DAVORIO
EGITTO
EMIRATI ARABI
ETIOPIA
FINLANDIA
GIAPPONE
GIORDANIA
GIORDANIA E ISRAELE
INDIA
INDONESIA
ISLANDA
ISRAELE
ITALIA
LAOS E THAILANDIA
OMAN
PANAMA
POLINESIA
AFRICA
BOTSWANA VIAGGIO
KENYA VIAGGIO
MALAWI VIAGGIO
MARRAKECH VIAGGIO
MAURITIUS VIAGGIO
MOZAMBICO VIAGGIO
NAMIBIA VIAGGIO
SUDAFRICA VIAGGIO
TANZANIA VIAGGIO
UGANDA VIAGGIO
ZIMBABWE VIAGGIO
AMERICA LATINA
ARGENTINA VIAGGIO
CARAIBI HOTEL
CILE VIAGGIO
COLOMBIA HOTELS
COLOMBIA VIAGGIO
COSTA RICA VIAGGIO
ECUADOR VIAGGIO
ANTILLE FRANCESI
MARTINICA
ASIA
INDONESIA E OCEANO INDIANO
SIBERIA
ASIA - PACIFICO
AUSTRALIA VIAGGIO
COREA DEL NORD VIAGGIO
FIJI VIAGGIO
FILIPPINE VIAGGIO
GIAPPONE VIAGGIO
INDONESIA VIAGGIO
KAMCHATKA VIAGGIO
LAGO BAIKAL VIAGGIO
MALDIVE VIAGGIO
NUOVA ZELANDA VIAGGIO
POLINESIA FRANCESE VIAGGIO
THAILANDIA VIAGGIO
CARAIBI
TURKS & CAICOS
EUROPA
DANIMARCA VIAGGIO
FINLANDIA VIAGGIO
FRANCIA HOTEL
GERMANIA HOTEL
ISLANDA VIAGGIO
ITALIA HOTEL
NORVEGIA VIAGGIO
OLANDA HOTEL
PORTOGALLO HOTEL
REGNO UNITO HOTEL
MEDIO ORIENTE
EMIRATI
MEDIORIENTE
ISRAELE HOTEL
OCEANO INDIANO
MALDIVE HOTEL
MAURITIUS
SUDAFRICA
INCONTRA IL SUDAFRICA
ZIMBABWE
ARCHIVIO
DICEMBRE 2019
NOVEMBRE 2019
DICEMBRE 2017
LUGLIO 2017
GIUGNO 2017
MAGGIO 2017
APRILE 2017
LUGLIO 2016
GIUGNO 2016
MARZO 2016
Accedi
Web-design Targnet.it v. b6.01 time: 0.47 size: 100235 visits: 558085
Newsletter
Ricevi le nostre migliori offerte
per il tuo soggiorno presso il nostro hotel
Mappa del sito
Dove siamo
L'Agenzia di Viaggi Mama Tours srl
si trova a Napoli, al Vomero
in Piazza Medaglie d'Oro,
a pochi passi dalla Metropolitana.

News
 
Contatti
Piazza Medaglie d'Oro, 41
80128 Napoli (NA)
Tel. 081 5789292
info@mamatours.com
Inviaci un messaggio:

 
NON SONO UN ROBOT
INVIA MESSAGGIO
 
ATMOSFERE D146AFRICA E ZANZIBAR SPECIALE CAPODANNO viaggi on africa gruppo viaggi
  © 2016 TUTTI I DIRITTI RISERVATI
ATMOSFERE D146AFRICA E ZANZIBAR SPECIALE CAPODANNO viaggi on africa gruppo viaggi
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Contattaci per disponibilità e tariffe: 081.5789292
 
|
 
 
CPANEL
Theme color:
 
 
Font size:
 
10 pt
12 pt
14 pt
16 pt
18 pt
 
Background:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
ATMOSFERE D146AFRICA E ZANZIBAR SPECIALE CAPODANNO viaggi on africa gruppo viaggi
ATMOSFERE D146AFRICA E ZANZIBAR SPECIALE CAPODANNO viaggi on africa gruppo viaggi
ATMOSFERE D146AFRICA E ZANZIBAR SPECIALE CAPODANNO viaggi on africa gruppo viaggi
ATMOSFERE D146AFRICA E ZANZIBAR SPECIALE CAPODANNO viaggi on africa gruppo viaggi
ATMOSFERE D146AFRICA E ZANZIBAR SPECIALE CAPODANNO viaggi on africa gruppo viaggi
ATMOSFERE D146AFRICA E ZANZIBAR SPECIALE CAPODANNO viaggi on africa gruppo viaggi